90
Una presenza gradita, un amore che non è mai finito. Paul Pogba ieri sera era a Torino, all'evento privato organizzato alle ​Officine Grandi Riparazioni, per festeggiare lo scudetto vinto dagli ex compagni della Juventus e per salutare Andrea Barzagli, che contro l'Atalanta ha dato l'addio al calcio. Una cena sfociata in canti e balli, durata tutta la notte, nella quale il francese ha ritrovato tanti volti amici e quel sorriso smarrito nella grigia Manchester. La Juve è sempre nel suo cuore, nella Juve è diventato grande e nella Juve un giorno potrebbe tornare. Un giorno che potrebbe non essere così lontano. 

LA JUVE CI PENSA - E' vero che il Manchester United per il suo cartellino vuole 150 milioni di euro, è vero che il contratto di Paul è in scadenza nel 2021, ma è innegabile che il campione del Mondo in Inghilterra sia infelice e abbia voglia di cambiare aria. Se a questo si aggiunge la presenza ingombrante di Raiola, che ha nel suo cv la chiusura di trasferimenti sulla carta impossibili, bisogna tenere le antenne dritte. Secondo quanto appreso da Calciomercato.com la Juve non ha chiuso al ritorno di Pogba, tutt'altro: Paratici ora ha altre priorità, deve scegliere l'allenatore e risolvere diverse situazioni in uscita, tra le quali quelle di Khedira e Pjanic, poi farà il punto con Agnelli e Nedved, per capire come muoversi, per capire se ci sono margini di trattativa. Il suo nome, insomma, è tra gli obiettivi estivi, un nome che fa sognare i tifosi.