1
I sette controlli antidoping dopo il match con l'Italia non sono stati graditi dai vertici della Costa Rica che hanno formalmente chiesto chiarimenti alla Fifa. I Ticos hanno spiegato di non voler metter in dubbio il diritto della Federazione internazionale di eseguire questi controlli, ma si rammaricano del fatto che il numero insolitamente elevato di giocatori interessati abbia potuto fare credere che ci fosse qualche sospetto sulla selezione. La Costa Rica ritiene che la Fifa avrebbe dovuto evitare di destare sospetti ed effettuare i suoi controlli in altri momenti.