Una partita di calcio fa scoppiare un caso diplomatico mondiale. Trascinata dai gol del milanista Piatek e Lewandowski, lunedì la Polonia ha battuto 4-0 in casa Israele in una gara valida per le qualificazioni a Euro 2020. Sui social network ufficiali della federcalcio polacco è stato pubblicato questo messaggio, poi rimosso dopo essere stato visualizzato da milioni di persone: "Goooool! Questo è un pogrom!!!". 

Pogrom è un termine storico di derivazione russa (letteralmente significa "devastazione") con cui vengono indicate le sommosse popolari verso minoranze religiose, in particolare quelle antisemite come l'Olocausto, avvenute nel corso della storia. 

I dirigenti polacchi hanno cercato di minimizzare. Il presidente della federcalcio, Jakub Kwiatkowski ha commentato: "La parola pogrom è abituale nel linguaggio calcistico, se dovessimo vietarla non potremmo nemmeno usare il termine 'bruciato' per una sconfitta... Forse quelle parole sono imbarazzanti, perché sollevano inutilmente emozioni".