Commenta per primo
Prima l'azienda e gli stipendi dei dipendenti, poi il Portosummaga. A una settimana dalla promozione in serie B Paolo Mio, amministratore delegato della società che ha stupito l'Italia, tiene i piedi ben saldi per terra. Per confermarsi nella serie cadetta la proprietà non farà follie, ma continuerà a seguire la strada che l'ha portata nel calcio che conta. 'Il primo passo - racconta Mio al quotidiano Il Gazzettino - sarà la conferma del tecnico Alessandro Calori, poi la valorizzazione dei giovani, grazie ai buoni rapporti con Milan, Inter e Fiorentina. Con quest'ultima potrebbe nascere una collaborazione importante, nata nelle ultime settimane'.