Commenta per primo
'Premesso che Cesare Prandelli è stato dimissionato dalla Fiorentina, visto che è la stata la proprietà a creare il contatto con la Nazionale, l'offerta economica nei confronti del tecnico di Orzinuovi è bassa. Non andrà ad allenare l'Under 21, e quindi le cifre che sento in giro sul contratto del futuro c.t., che sia lungo due o quattro anni, devono essere più alte, e con maggiori incentivi in caso di successo. Ottocento mila euro è un'offerta ridicola'. Furio Valcareggi, intermediario di mercato e figlio dell'ex selezionatore azzurro Ferruccio, intervenendo a Lady Radio è categorico nel delineare gli aspetti, soprattutto economici, del (sempre più probabile) futuro rapporto fra Prandelli e la Nazionale italiana. 'Il comunicato della Fiorentina sul primo contatto fra Andrea Della Valle e Giancarlo Abete, è ridicolo - ha aggiunto Valcareggi -. Prandelli stava bene a Firenze, e soprattutto per la Nazionale è una terza scelta. Sacchi ed altri che hanno conosciuto il mister gigliato hanno già detto che non farà bene in Nazionale, dunque mi dispiace solo per questa triste conclusione che ha visto penalizzati i tifosi viola, cui sono state raccontate un sacco di bugie. Prandelli avrebbe un potere contrattuale pari a uno dei migliori bomber d'Europa'.