Commenta per primo

Tutto molto facile per il São Paulo, nell'andata del preliminare della Libertadores contro il poco espressivo Bolivar di La Paz.
La resistenza dei boliviani è durata meno di un quarto d'ora, durante il quale però, hanno dato qualche spavento alla difesa tricolore.
Poi però la classe e la maggiore categoria de Luis Fabiano e compagnia è venuta fuori con prepotenza. Con 3 gol già nel primo tempo, è stato fin troppo facile forare la timida linea difensiva del Bolivar, che sbagliava sistematicamente gli allineamenti del fuorigioco, facilitando così i veloci attaccanti del São Paulo. Senza problemi la prova dell'ex Juventino Lucio che ha anche sfiorato la marcatura personale in una occasione.

Risultato finale 5 a 0, una garanzia di passaggio della fase, con il ritorno  fissato per mercoledì prossimo  nei temuti 3600 metri sul livello del mare di La Paz.
 
 
Più difficile l'esordio del Gremio, che a Quito non è riuscito ad evitare la sconfitta, anche se di misura contro la temuta LDU.
La squadra di Porto Alegre ha sprecato almeno 4 occasioni per passare in vantaggio ed è stata punita a dieci minuto dalla fine dell'incontro, con un gol che sa di beffa.
Discreta la prova di Edu Vargas, arrivato alla vigilia direttamente da Napoli, che subentra nel secondo tempo ad uno spento Willian José.
Adesso il ritorno, giocando al livello del mare, e sopratutto contando con un pizzico di fortuna e determinazione in più per passare il turno ed entrare nella fase a gironi, obbiettivo dichiarato dalla società bianco-celeste, che sta investendo valori significativi in questa sessione di mercato.