120
E' tornata in campo la Premier League in questa domenica di ponte, dopo i match di ieri pomeriggio: giornata fondamentale in chiave titolo, visto che è sceso in campo il Leicester di Ranieri, che alle 17.15 ha battuto per 4-0 lo Swansea di Guidolin al King Power Stadium, in una sfida dal sapore tutto italiano. Leicester che, dopo il pareggio in extremis contro il West Ham di domenica scorsa, centra tre punti fondamentali contro i Cigni già salvi e continua a sognare: ora mancano 5 punti per il primo storico titolo di campione d'Inghilterra, che si vince a 81 punti (le Foxes ne hanno 76). Il Tottenham gioca domani sera contro il WBA: vincendo si riporterebbe a meno 5 e potrebbe continuare a sperare, visto il difficile calendario della squadra di Ranieri, che deve affronatre Man United, Everton e Chelsea. L'ex tecnico di Roma e Inter ha dovuto fare a meno del proprio bomber e trascinatore Jamie Vardy, espulso e squalificato per due turni dalla FA: l'eroe di giornata è stato il suo sostituto, l'argentino Leonardo Ulloa, autore della doppietta che ha incanalato la partita. Merto anche al solito super Mahrez, autore della prima rete (17 gol in campionato e 11 assist), e a Schlupp, che ha disputato una partita di immenso sacrificio. Il 4-0 arriva grazie al secondo gol in campionato di Albrighton, servito dal giovane inglese Demarai Gray.



La gara delle 15.05 è invece tra Sunderland ed Arsenal: i Black Cats hanno un disperato bisogno dei tre punti, per sperare nella salvezza, mentre i Gunners puntano ancora al terzo posto, che vale l'accesso diretto alla prossima Champions League, ma devono guardarsi dal Man United quarto. Partita che regala pochissime emozioni, con uno 0-0 che scontenta un pò tutti; Il Sunderland si è difeso con diligenza, rendendo il tradizionale possesso palla dell'Arsenal fine a se stesso. L'Arsenal raggiunge il Manchester City a 64 punti, il Sunderland va a 31 punti insieme al Norwich.