5

Il campionato Primavera è arrivato al capolinea: si conclude la final eight con la finale tra il sorprendete Chievo Verona (foto toronews.net) e il Torino, giunto in fondo alla competizione dopo un'attesa lunga vent'anni. I veneti allenati da Nicolato hanno superato la Fiorentina di mister Semplici solo ai rigori, al termine di un match combattutissimo, finito 3-3 dopo i tempi supplementari. Al Torino non sono serviti i tiri dal dischetto ma sono comunque stati necessari 120' per superare un'ostica Lazio, data per favorita dai pronostici: anche qui gara rocambolesca, risolta solo a 3' dalla fine del secondo tempo supplementare grazie al gol di Morra.

La partita è visibile su Antenna3 (canale 11 del digitale terreste), Videogruppo Piemonte (canale 18), Nordest.tv (canale 15) e RaiSport1 (canale 57): non è stata concessa la visione della gara in altre zone d'Italia perché la Lega Calcio non voleva deludere gli appassionati delle regioni del Piemonte e del Veneto: Antenna3 la trasmette proprio per far arrivare il segnale nelle sudette regioni. 


FINALE
Chievo Verona-Torino 4-3 (dopo i calci di rigore)

La prima mezz'ora di gara regala poche emozioni: tanta sfortuna per il Chievo che deve rinunciare a Marchionni dopo soli 21', al suo posto entra Gatto. Proprio il ragazzo appena subentrato si rende pericoloso al 35' ma il suo tiro finisce di poco alto sulla traversa. Pochi minuti dopo ancora veneti in agguato con Brunetti che di testa fa tremare il Torino. Nella ripresa si vedono finalmente i granata al 54' con Morra, pallone fuori di poco. Ancora Toro: Gyasi prova a servire Aramu, in ottima posizione, ma il cross viene intercettato dal portiere del Chievo Moschin. A pochi secondi dal fischio finale Barreca si divora il gol scudetto per il Torino: cross dalla destra, pallone che arriva al terzino, ma il suo tiro al volo non è preciso. Finisce 0-0, si va ai tempi supplementari.
I primi 15' regalano due occasioni per il Torino: prima un tiro cross di Aramu sorvola di poco la traversa, poi un tiro di Morra bloccato da Moschin. Nella ripresa ancora granata pericolosi con Barreca per Rosa Gastaldo: il suo colpo di testa termina a lato. Finalmente si rivede il Chievo: Yamga davanti a Saracco temporeggia troppo prima di tirare fallendo una limpida occasione da rete. A pochi secondi dal termine si ripetono i veneti: Gatto salta e anticipa Saracco, il pallone arriva a un metro dalla linea di porta dove viene allontanato da Barreca che salva il risultato. La finale si decide ai rigori.

Dal dischetto sbagliano Gyasi (traversa) e Morra (parato) per il Torino, i veneti non falliscono nessun rigore e vicono la finale senza dover nemmeno battere l'ultimo penalty: il Chievo Verona è campione d'Italia del campionato Primavera.