L'Inter nuovamente all'assalto di Eder. E la Sampdoria si prepara a fronteggiare la nuova offensiva nerazzurra per il suo giocatore più importante e decisivo. Molto, moltissimo passa anche dalla cessione di Guarin in Cina. I nerazzurri e il giocatore chiedono al Jiangsu precise garanzie, certo, ma nonostante l'apprensione creata dalla vicenda Luiz Adriano il club milanese resta fiducioso della buona riuscita dell'operazione, e riflette già su come reinvestire sul mercato i 18 milioni derivanti dalla cessione del colombiano.

Nuova offensiva - L'obiettivo numero uno di Ausilio è brasiliano naturalizzato italiano, sulle spalle porta il numero 23 e gioca a Genova, sponda blucerchiata. E' ovviamente Martins Eder, per cui l'interesse non si è mai sopito. Tanto da spingere i nerazzurri a comunicare al Doria di aver scelto l'ex Cesena per consegnare a Mancini l'attaccante esterno tanto desiderato. 

Nelle prossime ore dovrebbe arrivare la nuova irruzione. Secondo Alfredo Pedullà, per la Samp sarà difficile dire nuovamente di no ad una proposta nerazzurra, e gli uomini di mercato di Corte Lambruschini sarebbero chiamati al difficile compito di trovare, in tempi relativamente brevi, un sostituto per l'attaccante. 

Soriano - Anche l'interesse per Roberto Soriano persiste, perchè centrocampisti classe 1991 di questo livello se ne trovano pochi. Però, al momento, la pista più calda sembrerebbe quella legata ad Eder, quindi il capitano doriano non sembrerebbe essere la priorità. L'affare, però, resta legato a doppio filo alla partenza di Guarin, direzione Cina.