131
Il Paris Saint Germain è pronto a completare le sue prime mosse di mercato e sta per cambiare il volto, o almeno parte di esso, del proprio attacco. Le 4 stelle offensive del club parigino diventeranno presto soltanto tre perché se Mbappé è il punto fermo del presente e del futuro, se i discorsi su Neymar verranno rimandati a giugno e se Icardi è arrivato a Parigi soltanto in estate c'è chi come Edinson Cavani, ha preso la decisione di dire addio già a gennaio a soli 6 mesi dalla scadenza del suo contratto. 

COLPO ATLETICO - L'attaccante uruguaiano fin dall'estate non ha gradito l'inserimento in rosa di Icardi e negli ultimi 3 mesi ha sofferto enormemente la sua concorrenza. La trattativa per il rinnovo del suo accordo non è mai esplosa e, al contrario, anche a Parigi hanno iniziato a fare i conti con il Fair Play Finanziario considerando un lusso superfluo il suo ingaggio da oltre 9 milioni di euro annui. Nessun'offerta e via libera all'addio con l'Atletico Madrid che, secondo Marca in Spagna, ha già trovato l'accordo per acquistarlo a gennaio.
RISCATTO ICARDI - Una cessione che riapre in anticipo sulla tabella di marcia anche quella del possibile riscatto di Mauro Icardi. Da Parigi arrivano soltanto elogi all'attaccante ancora di proprietà dell'Inter per come si sia integrato in rosa e stia facendo bene. Il ds Leonardo ne è entusiasta tanto che, come vi abbiamo raccontato, sta cercando di anticipare già a gennaio il suo riscatto per 70 milioni di euro dall'Inter. L'addio anticipato di Cavani agevola la trattativa anche dal punto di vista economico e soltanto Maurito potrà opporsi a quest'operazione. E l'Inter, ride e incassa, in caso di accordo, trovando anche un tesoretto da reinvestire subito per rinforzare la rosa.