61
Parte stasera, con le prime 10 partite, il terzo turno dei gironi europei di qualificazione ai prossimi Mondiali del 2022. Le prime a scendere in campo, per il girone A, sono Azerbaigian e Serbia, che si sfidano a partire dalle 18: dopo il pari tra le polemiche col Portogallo, una doppietta del solito scatenato Mitrovic (che sale a quota 41 reti in nazionale, 31 nelle ultime 32) vale i 3 punti e la testa della classifica. Soffre più del previsto il Portogallo di Cristiano Ronaldo nella trasferta in Lussemburgo: sotto di un gol per effetto del colpo di testa di Gerson Rodrigues, i campioni d'Europa in carica rimontano con le reti dello di Diogo Jota, dello juventino (che sale a quota 103 in nazionale, a -6 dall'iraniano Ali Daei) e di Pahlinha.

Per il gruppo E, dilaga il Belgio, che rifila ben 8 gol alla Bielorussia nella serata delle prime volte di Vanaken, Praet e Doku; l'interista Lukaku resta in panchina per tutti i 90 minuti. Prezioso il successo di misura del Galles, che regola la Repubblica Ceca con James dopo i rossi a Schick e Williams.

Nel girone G, non si risparmia nemmeno l'Olanda, che ne rifila 7 a Gilbilterra e accorcia le distanze sulla capolista Turchia che, nonostante un'altra prova convincente del milanista Calhanoglu (assist e gol), non va oltre il 3-3 casalingo con la Lettonia. Si rilancia pure la Norvegia, che passa in Montenegro grazie a Sorloth.

A completare il quadro, nel gruppo H, i successi della Slovacchia sulla Russia (2-1), con gol anche del nerazzurro Skriniar, e della Croazia, che fatica solo un tempo contro la nazionale maltese allenata da Denis Mangia prima di blindare i 3 punti con le firme di Perisic, Modric e Brekalo. Cade a sorpresa invece la Slovenia di Zajc e Ilicic, messa ko da Cipro e dalla rete di Pittas.