41
Dopo le partite degli scorsi giorni, sono continuate oggi con dieci gare le qualificazioni a Euro 2020.

Ha aperto alle 18 il Gruppo E, con la Croazia capolista che si ferma inaspettatamente in Azerbaigian sul campo dell'ultima in classifica, impattando per 1-1 con le reti di Modric su rigore e di Khalilzada, che frutta il primo punto per gli azeri. Alle 20.45 invece gli ungheresi cedono per 2-1 in casa contro la Slovacchia di Skriniar e Hamsik, reduce dallo 0-4 casalingo contro i croati, che con questi tre punti in trasferta riapre il gruppo e appaiare in classifica i padroni di casa: segnano Mak, Szoboszlai e Bozenik. Croazia a 10, Slovenia e Ungheria inseguono a 9.

E' sceso in campo alle 20.45 invece il Gruppo C: l'Olanda, dopo l'inattesa vittoria in Germania che ha riaperto i giochi, si conferma in Estonia e rimanere aggrappata alle due squadre in testa, che si sono affrontate nello scontro diretto, vincendo 4-0 grazie alla doppietta di Babel e ai gol di Depay e Wijnaldum. A Belfast alla stessa ora infatti l'Irlanda del Nord cede 2-0 contro i tedeschi di Loew, che centrano i tre punti per riscattarsi e agganciare in testa proprio gli irlandesi: decide il primo gol in nazionale di Halstenberg e la rete allo scadere di Gnabry (9 in 10 presenze in nazionale). Germania e Irlanda del Nord a 12, Olanda a 9 ma con una partita in meno.

E' toccato alle 20.45 anche al Gruppo G: la Polonia del milanista Krzystof Piatek, nemmeno entrato in campo oggi, impatta per 0-0 contro l'Austria dell'interista Valentino Lazaro (in campo per 90'), nella sfida tra le prime due del raggruppamento, distanziate di tre punti. Quella della stessa ora tra Slovenia e Israele era la sfida per capire chi potrà insidiare le due in testa e ha visto vittoriosi i padroni di casa: 3-2, con ii gol di Verbic (2), Natcho, Bezjak, Zahavi (capocannoniere delle qualificazioni a quota 9). Chiude il match tra le ultime due: la Lettonia, ancora a 0 punti, perde in casa anche contro la Macedonia del Nord, all'ultima chiamata: decidono il genoano Pandev e Bardhi. Polonia a quota 13, Slovenia a 11, Austria a 10 Israele e Macedonia del Nord a 8.

Ha chiuso il Gruppo I: il Belgio capolista passeggia nella difficile trasferta in Scozia, alle 20.45 ad Hampden Park, vincendo per 4-0 contro una squadra ormai fuori dai giochi, con le reti dell'interista Lukaku, di Vermaelen, Alderweireld e de Bruyne. La Russia vince 1-0 in casa nella sfida al Kazakistan grazie a Mario Fernandes, mentre San Marino cede 4-0 contro Cipro nella sfida tra due squadre che ormai non hanno più niente da chiedere, con la doppietta di Kousoulos e le reti di Papoulis e Artymatas. Belgio primo a 18, Russia a 15, staccate le altre.