163
Dopo Atalanta ed Empoli Gattuso era già all’ultima spiaggia, la vittoria contro il Sassuolo è stata dipinta come la gara della svolta e quella contro Olympiacos della conferma. Sappiamo che l'equilibrio non è la virtù più comune nel mondo del calcio, per questo guai a esaltarsi per 2 vittorie, seppur molto importanti.

La prudenza deve arrivare dal fatto che ancora questa squadra non ha cancellato i suoi difetti, forse li ha semplicemente mascherati meglio, ma neanche troppo. L'equilibrio di cui difettano molti giornalisti fuori dal campo è infatti anche il grosso problema di Rino in campo.

Ogni partita del Milan è un'altalena di occasioni da una parte e dall'altra. E non è certo questa la caratteristica di una grande squadra che deve fare della continuità il suo credo se vuole tornare nella sua casa, la Champions.

Fino a quando la filosofia sarà quella del mero "bel gioco", un concetto molto fumoso nel quale troppe volte si è crogiolato l'attuale Milan, difficilmente gli obiettivi verranno raggiunti.

Se riusciremo invece a collezionare vittorie "sporche", lottate e, perché no, persino immeritate a volta, allora avremo fatto un vero salto di qualità.