E' stato fino a pochi mesi fa l'oggetto del desiderio di diverse formazioni europee, italiane comprese, e a gennaio certi discorsi di mercato sono destinati a tornare prepotentemente attuali. Il centrocampista francese classe '95 Adrien Rabiot non trova spazio nel Paris Saint Germain di Laurent Blanc e, secondo quanto riferisce oggi l'autorevole Equipe, tra qualche mese potrebbe consumarsi l'addio. Il ragazzo, spinto da una madre-agente decisamente ingombrante come figura, vuole giocarsi fino alla fine le residue chances di strappare la convocazione in nazionale per i prossimi Europei al ct transalpino Deschamps e per farlo ha bisogno di giocare. Sin qui, sono solo 124 i minuti collezionati in campionato, nessuna presenza in Champions League e solo due da titolare, considerando la Supercoppa di Francia dello scorso 1° agosto; il terzetto composto da Thiago Motta, Verratti e Matuidi è inamovibile e la prima alternativa è rappresentata da un elemento di maggiore esperienza come Stambouli.

L'ITALIA CI PENSA - Ecco perchè a gennaio Rabiot chiederà di essere ceduto e tra le formazioni sulle sue tracce da tempo ci sono Juventus, Milan e Roma. I bianconeri ci avevano pensato anche la scorsa estate per rimpiazzare Vidal, prima di virare sulla coppia Hernanes-Lemina, mentre Roma e Milan potrebbero tornare alla carica con argomenti più convincenti. I giallorossi necessitano di un innesto in grado di alternarsi con i titolari De Rossi, Nainggolan e Pjanic, considerando la lungodegenza di Strootman, gli acciacchi fisici sempre più frequenti per il non giovanissimo Keita e la scarsa maturità di Uçan, mentre il Milan cerca l'occasione sul mercato per rinforzare un reparto di centrocampo povero di qualità e personalità. Rabiot è sotto contratto col PSG fino a giugno 2019 ma ha una valutazione di mercato sotto i 10 milioni di euro e assolutamente trattabile.