124

Rafael Leao è una delle tante note liete dell'inizio di stagione del Milan. Illumina, colpisce, sa accendersi al momento giusto pur coi suoi alti e bassi. Ma il portoghese è un gioiello, un diamante grezzo che il club non intende mettere in ombra. Tanto che emerge una novità in termini di mercato: il Wolverhampton ha sondato seriamente Leao in estate, un nome nella lista per il dopo Diogo Jota (andato al Liverpool) che non si è concretizzato.


L'assalto dalla Premier proviene da uno dei club più vicini a Jorge Mendes, non è un caso; la componente di calciatori portoghesi è fortissima e predominante, ma non c'è stato margine per alcun dialogo o trattativa. Nuno Espirito Santo stravede per Leao e lo gradirebbe ai Wolves, il Milan non ha minimamente ascoltato qualsiasi sondaggio per Leao. Tanto che i dirigenti del Milan sono convinti di aver preso uno dei migliori giovani in Europa nel suo ruolo, certi che per l'exploit sia solo questione di tempo. Intanto Leao si accende, la Premier non lo ha minimamente turbato, anzi. Al Milan è felicissimo e vuole restare a lungo. Tutti d'accordo.