17
Virginia Raggi torna a parlare dello Stadio della Roma. Il sindaco, candidato anche per le prossime elezioni, ha spiegato la situazione e raccontato il suo rapporto coi Friedkin: "Stiamo lavorando con i Friedkin, che sono investitori molto seri, vogliono fare lo stadio ma non la speculazione. Dal mio punto di vista il luogo in cui vedrei bene lo stadio è la zona di Ostiense, vicino Testaccio - spiega la Raggi ai microfoni di 'Te la do io Tokyo' su Centro Suono Sport - . Siamo vicini ai servizi, c’è tutto, siamo vicini al cuore dei romanisti, è il quartiere primario dei romanisti. Ci sono delle aree adatte, io la butterei lì. Gazometro o Mercati Generali? L’area dei Mercati Generali è pubblica, quindi posso sviluppare un ragionamento su quella zona, Il Gazometro è un’area privata".

DIFFERENZA - Il sindaco di Roma in ogni caso non è preoccupata: "Ci sono comunque tanti ragionamenti, mi sento molto tranquilla e lo dico con grande fierezza. La proprietà ha cambiato totalmente la società. La differenza con Pallotta si vede e si sente, la serietà delle proposte sono di un altro spessore. Si è visto anche come hanno approcciato la questione allenatore, è arrivato Mourinho pronti via. Stiamo lavorando anche con la Lazio, anche loro vogliono realizzare il loro impianto e non sarebbe male avere entrambe le società della capitale con un impianto di proprietà. Mi sento un po’ come Mourinho che al 92’ fa la corsa verso la Sud, sto cerando di metterci l’anima e il cuore per continuare e scrivere una nuova pagina su questo vicenda".