29
Nuovo capitolo nella lunga battaglia tra Mino Raiola ed EA SPORTS per i diritti dei calciatori inseriti nei celebri titoli videoludici Fifa. Intervistato da TalkSport, il potente procuratore ha ribadito l'intenzione di far rimuovere i propri assistiti dal gioco: "Io credo che possiamo farlo, loro pensano di no. C'è una differenza nei diritti che comprano. Loro comprano i diritti collettivi da club che dicono di detenerli, ma li utilizzano su base individuale e questo è vietato nella maggior parte dei Paesi. Credo che stiano abusando dei diritti dei calciatori, non sono di proprietà dei club".

LOTTERIA FUT - Raiola si scaglia poi contro FUT (FIFA Ultimate Team): "Se vuoi comprare la carta di Paul Pogba o di Zlatan Ibrahimovic, devi pagare una certa quantità di soldi ma loro ti mandano dieci carte e tu devi essere contento se in quelle dieci ci trovi i giocatori che volevi. Quindi c'è una componente di scommesse, una lotteria in quel gioco e non è quello che dovrebbe riguardare il gioco".