113
Intervistato da Radio Anch'Io lo Sport su Radio Rai, l'ex allenatore della Roma e ora uno fra i candidati a prendere il posto di Giampaolo sulla panchina del Milan, Claudio Ranieri, ha parlato a tutto tondo del suo futuro, della Serie A e della possibilità di approdare sulla panchina rossonera.

MILAN - "Vorrei che Giampaolo possa continuare a far vedere le sue qualità. Lo stimo tantissimo e mi auguro riesca a trovare le situazioni idonee per il Milan. Non è facile perché ci sono molti giovani che vanno guidati'.

FUTURO - "Senza squadra? Uno si riposa poi quando vieni chiamato cambia la tua vita. Io sono contento della carriera che sto facendo, va bene così. Futuro in Italia o all'estero? Ormai mi sento un allenatore europeo. L'importante è che ci sia un buon progetto".
SERIE A - "Lla Juve sta sempre lì ma adesso ci sono altre squadre che stanno lottando. Conte sta facendo il suo solito grande lavoro all'Inter, l'Atalanta si sta confermando e c'è anche il Napoli nonostante la sconfitta col Cagliari. Inter e Juve daranno vita a un gran duello e mi auguro che anche il Napoli si rimetta in carreggiata".

ROMA - "Mi sembra che Fonseca stia facendo un bel lavoro, è un allenatore molto intelligente che ha capito le difficoltà della squadra e ora prendono meno palloni filtranti. Il mio addio? Era concordato, per me non c'è stato un epilogo brutto, lo è stato invece per De Rossi e Totti". 

TONALI - "Tonali il nuovo Pirlo? Non lo so. Pirlo è diventato Pirlo con gli anni. Tonali è un predestinato, quando lo sei hai subito dei carichi pesanti sulle spalle. Mi auguro che abbia un carattere forte perché arriveranno momenti difficili".