Commenta per primo
Il passato è l'infortunio al ginocchio destro, che gli ha fatto perdere metà dello scorso campionato. Il presente è Genoa, il club che per primo ha avuto fiducia in lui acquistandolo dall'Arezzo. Il futuro è l'Inter ma anche la Nazionale, dove vorrebbe debuttare il prima possibile.

Ranocchia, cominciamo dalle sue condizioni fisiche
"Il recupero è ormai finito, e sto come prima. Anzi sono più forte di prima"

Che ricordo si porterà dietro di Bari?
"Fantastico perchè ho vinto il mio primo titolo, il campionato di serie B e per sei mesi in A tutto è stato perfetto".

Dispiaciuto di non ritrovare in rossoblù il suo amico Bonucci?
"Leo è una persona eccezionale e merita il trasferimento alla Juve. Al primo anno di A a Bari abbiamo vissuto tante emozioni e ci siamo fatti coraggio a vicenda. E' straordinario e non a caso è arrivato in Nazionale".
L'Inter sembra abbia messo le mani sulla metà del suo cartellino, ma la lascerà un anno in più al Genoa...
"L'ho saputo dai giornali. Con il mio procuratore c'è un accordo: lui mi chiama soltanto quando c'è qualcosa di concreto. Non ho ricevuto telefonate e sono un giocatore del Genoa".

In futuro però l'Inter...
"Essere accostati a una squadra che quest'anno ha vinto tutto è bello, ma finchè non si arriva alle firme...Ora voglio dimostrare di essere un giocatore del tutto recuperato. E l'unico modo è far bene in campo con il Genoa".

Alla Nazionale pensa?
"Prima dell'infortunio Lippi si era informato su di me con Ventura e Perinetti. Poi il mio ginocchio ha fatto crack...Adesso voglio tornare a giocare con il Genoa, il resto sarà conseguenza