3
Fabrizio Ravanelli è un grande doppio ex di Juventus e Lazio, che sabato si affrontano in campionato. Sulle pagine de La Gazzetta dello Sport ha parlato della prossima sfida: 

CUORE BIANCONERO - "Il mio cuore è bianconero, ma sono legatissimo anche ai colori biancocelesti. A Roma sono stato benissimo e i tifosi laziali continuano a volermi bene. Suggerirei alla Juventus di stare molto attenta: avrà di fronte una grande Lazio. Che continua a crescere sul piano della mentalità e dell’autostima. Inoltre, Allegri in questi giorni ha molti problemi tra giocatori ancora impegnati in nazionale e infortunati.... Esame da grande? No, secondo me, la squadra di Inzaghi non devedimostrarealtro. Ormai ha raggiunto una continuità di risultati che la pone tra le prime quattro forze della Serie A, come dichiara la classifica. Ha imezzi per arrivare in Champions, anche se in quel senso la situazione sarà più chiara in primavera. Ora però la Lazio è lì in alto e meritatamente".
STIMA PER INZAGHI - "Le qualità dell’allenatore e del gruppo si sono intraviste già nella scorsa stagione. Per me, la Lazio è l’isola felice del calcio italiano. Lì ogni giocatore trova la sua dimensione migliore. Immobile ha dato la svolta alla sua carriera arrivando alla Lazio. Ed ora è diventato probabilmente il più forte attaccante italiano. Può sorprendere l’esplosione di Luis Alberto, ma vanno riconosciuti i meriti della società che lo ha ingaggiato e di Inzaghi che lo ha portato a certi livelli".

SOGNO MILINKOVIC - "Troppo facile dire da tripla, ma è la realtà dei fatti. Tra I marcatori non ho dubbi: Higuain e Immobile lasceranno il segno. L'uomo partita sarà Milinkovic, che per me è tra i più forti al mondo. E lo dico da un anno e mezzo: oggi sarebbe facile affermarlo. E tatticamente completo perché ha i mezzi per giocare dappertutto. Dispone di grande forza fisica ed è anche abile nel gioco di testa e sa andare a rete. Veramente completo. Anzi, io suggerirei alla Juventus di cercare di acquistarlo: con lui in mezzo al campo la squadra di Allegri diventerebbe sicuramente tra le prime in Europa...".