Commenta per primo
​Il razzismo negli stadi continua ad essere un problema importantissimo per il mondo del calcio e dopo l'eco mediatica avuta dal gesto di Mario Balotelli in Verona-Brescia, con l'attaccante italiano che uditi i classici ululati ha preso il pallone e l'ha scagliato in tribuna, anche nel campionato ucraino si è verificato un fatto simile.
 

La partita in questione è Shakhtar Donetsk-Dinamo Kiev e nel corso della ripresa al 75' alcuni tifosi della Dinamo si sono rivolti con insulti razzisti ai due giocatori brasiliani, Taison Dentinho, dello Shakhtar. Uno di loro, Taison, non ce l'ha fatta più, ha mostrato il dito medio allo spicchio di tifosi ospiti e a un certo punto ha scagliato il pallone verso gli spalti rimediando anche l'espulsione. Le due squadre hanno scelto poi di lasciare il campo e la gara dopo qualche minuto di pausa è ripresa fino all'1-0 finale.