16
La Uefa ha aperto una inchiesta per "presunti commenti razzisti" nei confronti del nuovo presidente della Figc, Carlo Tavecchio. Nel mirino della federazione calcistica europea le dichiarazioni pronunciante da Tavecchio durante il discorso di presentazione della sua candidatura alla presidenza della Federcalcio: "Noi diciamo che Opti Poba è venuto qua, che prima mangiava le banane, adesso gioca titolare nella Lazio e va bene così. In Inghilterra deve dimostrare il suo curriculum e il suo pedigree". 

LA PROCURA DELLA FIGC INVECE NON SI E' ANCORA MOSSA - La Uefa, che come la Fifa non aveva pubblicato sul suo sito ufficiale la notizia dell'elezione ufficiale di Tavecchio alla presidenza della Figc, torna quindi a interessarsi di lui, aprendo un'inchiesta. In Italia, la Procura Figc diretta da Stefano Palazzi non ha ancora dato notizie della sua esistenza sul 'caso Tavecchio', all'estero invece iniziano a muoversi in maniera ufficiale. 

MEMORIA DIFENSIVA - Secondo quanto riferisce Sky Sport 24, Tavecchio è pronto a presentare alla Uefa una memoria difensiva

PARLA TAVECCHIO - In attesa di presentare la sua memoria, Tavecchio spiega: "Sono sereno e rispettoso della decisione della UEFA. Del resto si tratta di un atto dovuto, quindi da noi stessi previsto e sono certo che potrò spiegare anche in sede UEFA sia il mio errore che le mie vere intenzioni".