7
13.00 - COMUNICATO NAPOLI - A sorpresa, è arrivato un comunicato ufficiale del Napoli, in cui la società del presidente De Laurentiis precisa che durante la conferenza stampa di domani verranno affrontate solo "tematiche inerenti il Napoli e non il futuro di Benitez".

In Spagna non hanno dubbi, la conferenza stampa di domani a Napoli a cui parteciperanno Aurelio De Laurentiis e Rafa Benitez sanciranno l'addio del tecnico spagnolo dopo due stagioni. Benitez è la prima scelta del presidente del Real Madrid Florentino Perez per la successione di Carlo Ancelotti, una candidatura che divide peraltro i sostenitori dei blancos e gli stessi quotidiani madrileni, con Marca che si schiera contro l'attuale allenatore del Napoli, mentre As rivela quelle che potrebbero essere le richieste di Benitez alla dirigenza del Madrid.
PIENI POTERI - Innanzitutto, la pretesa di poter portare con sè tutto lo staff con cui ha sempre lavorato in questi anni, dal preparatore atletico Paco de Miguel, l'allenatore dei portieri Xavi Valero, l'analista Antonio Gomez, fino al direttore sportivo azzurro Riccardo Bigon, che però è in parola col patron del Verona Setti per sostituire Sogliano. Inoltre, Benitez vuole pieni poteri in sede di campagna acquisti e il controllo totale delle formazioni giovanili, considerando che la sua carriera è iniziata proprio nella cantera del Real Madrid. In particolare, a proposito del mercato, As ricorda un episodio del periodo di Valencia che dimostra la sua intransigenza. Il club levantino acquistò contro la sua volontà il centrocampista uruguaiano Nestor Canobbio e lui commentò: "Ho chiesto una sedia e mi hanno portato una lampada".