Commenta per primo

Zinedine Zidane, in difficoltà su una panchina del Real Madrid traballante dopo la sconfitta con lo Shakhtar Donetsk, parla in conferenza alla vigilia del match con il Siviglia nella Liga: "Non mi sono mai sentito intoccabile, né da calciatore, né da allenatore, né come persona. Sono qui per vivere questa esperienza fino all'ultimo. Ci sono stati altri momenti complicati come questo ma mi sento forte abbastanza per trovare delle soluzioni. Ci siamo passati molte volte e confido nei miei giocatori". 

"Champions? Conta la partita di domani, dobbiamo fare punti e disputare una grande gara contro un ottimo avversario. Sappiamo quali sono le due prossime gare ma ora conta solo quella di domani". 

"Sento completamente il sostegno del club - conclude il francese - Non posso essere contento quando perdiamo una partita ma sappiamo dove ci troviamo. E' una fortuna lottare per il Real ed è quello che farò fino all'ultimo giorno, idem i giocatori".