Commenta per primo

Alla vigilia di questa 20° giornata, la partita fra Reggiana e Benevento rappresentava un vero banco di prova per entrambe le squadre, le quali - distanziate in classifica da soli tre punti - si affrontavano per capire con quali ambizioni avrebbero dovuto proseguire il resto del campionato. Preoccuparsi di non essere risucchiate dal gruppetto di coda, o sperare ancora di prendere il treno playoff? In un primo tempo giocato a ritmi bassi, con la Reggiana preoccupata soprattutto a difendersi, è il Benevento a fare la partita e a passare in vantaggio al 18' con Altinier, che a pochi centimetri dalla linea di porta insacca la palla in rete approfittando di un assist involontario del giovane terzino granata Panizzi. Nel corso del secondo tempo sono i padroni di casa a cercare con insistenza la via del pareggio, sostenuti anche da una  momentanea superiorità numerica poi ristabilita poco dopo, fino a quando il Benevento chiude i conti all'85' con il neo entrato Montini, che su cross da destra di De Vezze si libera di due marcatori in area e con un diagonale di destro trafigge Silvestri.

REGGIANA

L'allenatore della Reggiana, Lamberto Zauli: 'Oggi abbiamo incontrato una squadra fortissima, bravissima a fare girare palla e a trovarsi le occasioni per segnare. Certo è che se non gli avessimo regalato il primo goal, con l'errore di Panizzi, avremo avuto più possibilità di uscire imbattuti. Nel primo tempo l'errore è stato non pressarli alti e rinunciare ad attaccare. Il secondo tempo la squadra ha giocato meglio, ma loro sono stati bravi a resistere facendo girare molto bene la palla. Nonostante le ultime due vittorie, l'obiettivo resta la salvezza. Domenica prossima andiamo a Como: non sarà facile, ma prepareremo al meglio la partita'.

Il portiere della Reggiana, Marco Silvestri: 'In occasione del primo goal io e Erik (Panizzi, ndr) non ci siamo capiti, io gli chiedevo di calciare via la palla e lui invece aspettava che io uscissi per prenderla, e alla fine abbiamo subito goal. Sono errori che capitano, soprattutto quando si è giovani. La prossima volta andrà meglio'.

BENEVENTO

L'allenatore del Benevento, Carmelo Imbriani: 'Nel primo tempo abbiamo giocato una partita perfetta, siamo stati bravi a concretizzare in goal la prima vera occasione. Il risultato di oggi è giustissimo perché maturato attraverso un gioco fatto di possesso di palla e di movimenti senza palla. Il nostro segreto è la serenità nello spogliatoio. Quando recupereremo i giocatori infortunati saremo ancora più forti'.