Commenta per primo

'Il secondo tempo di Verona mi ha dato delle indicazioni', ha ammesso oggi Roberto Breda in conferenza stampa. 'Per il tipo di calcio che abbiamo fatto finora ci vuole una certa brillantezza che secondo me in questo momento non abbiamo. Abbiamo la necessità di mantenere un certo equilibrio, e con il 4-2-3-1 c'è maggiore distribuzione. È rientrato anche Campagnacci, ho tanti giocatori importanti davanti, voglio vedere se riesco ad utilizzarne qualcuno in più. Si tratta di un'alternativa che voglio provare, ma non ho ancora deciso'. Il tecnico amaranto conferma dunque di aver studiato in settimana un'alternativa tattica, e sulla scia del secondo tempo di Verona, potrebbe applicarla domani, al 'Granillo' contro la Sampdoria (ore 18).

Da sciogliere i dubbi relativi agli interpreti che Breda sceglierà per il probabile 4-2-3-1. Davanti al portiere Pietro Marino, i centrali della difesa a quattro dovrebbero essere Cosenza, rispolverato dopo tanta panchina, ed Emerson. A destra, D'Alessandro potrebbe spuntarla su Adejo, mentre come terzino sinistro agirà Rizzato. Castiglia-De Rose la probabile coppia di mediani. A sostegno della punta Bonazzoli dovrebbero agire Ragusa sulla destra, Missiroli a sinistra, e Campagnacci mezzapunta. Quest'ultimo, però, potrebbe scambiarsi spesso la posizione con il 'Missile'.