1

Continua la ricerca del piazzamento in Europa League per la Lazio ed Edy Reja, intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida contro l’Atalanta ha chiamato a raccolta tutti i tifosi biancocelesti: "Si fa ancora in tempo ad andare allo stadio, questa sqaudra ha bisogno del conforto del pubblico. Poi ognuno farà quello che crede, ho acceso la radio e ho sentito l'inno della Lazio. Le parole "tu Lazio non sarai mai sola". L'inno non va bene per domani, spero che gli indecisi trovino la voglia di venire. Veniamo da un momento positivo, l'Europa è a due passi, l'Atalanta gioca insieme da parecchio tempo, non sarà facile e la vicinanza dei nostri tifosi è indispensabile. Vedere l'Olimpico vuoto fa male al cuore. Spero che la protesta duri soltanto questa partita, perché una squadra senza il pubblico non è avvantaggiata".

Sui giocatori a disposizione Reja ha confermato: "Ledesma ha fatto lavoro differenziato. Voleva forzare, ma gli ho detto di aspettare 24 ore per non complicare la guarigione che sembra arrivata. Oggi pomeriggio lo vedremo e decideremo. Keita? Ho recuperato quasi tutti, Mauri si aggrega oggi pomeriggio, lo porterò in panchina. Chiaramente non giocherà dall'inizio. Cambiare mi diventa difficile, bisogna confermare chi ha fatto bene".

La chiusura va, ovviamente a Miroslaw Klose sul quale sono sorte non poche perplessita: "Guardavo anche io la partita della Germania come voi, domenica aveva un ematoma al costato. In Germania non so se ha fatto le infiltrazioni, per dare la disponibilità a giocare mercoledì. Ritrovare un campione come Klose diventa determinante, se torna il giocatore che conosciamo avremo dei grandi vantaggi. Abbiamo un mese davanti dove dovremo andare a mille all'ora".