La Gazzetta dello Sport torna su Mauro Icardi e Wanda Nara, spiegando come la presenza dei due ieri al Meazza non sia passata inosservata, raccogliendo il dissenso dei tifosi. 

“Un periodo di felicità con 8 gol segnati, uno preso: meno male che si gioca così di frequente, almeno punizioni, ripicche, lacrime e visite fiscali restano ai bordi del prato, dove ancora una volta la famiglia Icardi recita un ruolo di primo piano. Da quelle postazioni quasi a livello terreno manca la profondità, si vede poco, racconta chi c’è stato. Ma si viene visti molto, dalle telecamere e dalle tribune sovrastanti: questo è ciò che conta. I fischi accolgono il palco famigliare, ma l’Inter, intesa come entità unita, con intatta la voglia di dimostrare qualcosa, guarda sempre e soltanto avanti e non su quel lato”.