Commenta per primo

Di Carlo ha varato un 3-5-1-1 che nessuno si attendeva, ad iniziare dal collega Mihajlovic che aveva preparato un'altra partita dal punto di vista tattico. La scelta di puntare su una linea mediana fitta e mandare in campo chi dava maggiori garanzie sotto il profilo della corsa si è rivelata azzeccata: dopo tre mesi i blucerchiati sono tornati a raccimolare punti in trasferta.

Difficile ipotizzare se lo schieramento di Firenze, nella cultura di un tecnico che ha sempre difeso a quattro, rappresenti una soluzione emergenziale non ripetibile, oppure una possibile evoluzione tattica stabile. Ma il fatto che la Sampdoria non abbia subito gol e soprattutto non abbia sofferto molto induce a pensare che possa non essere un esperimento, ma una soluzione da adottare anche nelle prossime gare.

(La Gazzetta del Lunedì)