Commenta per primo
Roberto Insigne, attaccante del Benevento, ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Radio Punto Nuovo. Queste le sue parole:

SAMP-BENEVENTO - "Non abbiamo fatto ancora nulla, la montagna da scalare è alta: ci dobbiamo far trovare pronti. Dopo il 2-0 non avevamo paura di niente, soprattutto per aver giocato bene i primi 20’. Tenevamo sempre palla, abbiamo fatto noi la partita, ero sereno".

BALLOTTAGGIO - "Questa società crede in me e con essa anche Inzaghi, io sono sempre a disposizione: se faccio quel che devo fare e lo faccio al meglio, trovo sempre spazio. Mi hanno affiancato un giocatore di qualità e di esperienza come Iago Falque, ma dirò la mia sempre. Dimostrerò a tutti che io devo giocare".

PIPPO INZAGHI - "È molto simpatico, tranquillo. Ha sempre voglia di fare, è un vero martello, dopo la partita stava già guardando alla prossima contro l’Inter".

L'INTER - "Se facciamo le cose che dobbiamo fare, come contro la Sampdoria, gestendo il gioco, potremmo dire la nostra, nonostante una squadra forte come l’Inter."
LUKAKU - "Fa paura anche dalla TV (ride, ndr)".

LORENZO - "L’ho sentito pochi minuti fa. Mi ha fatto una battuta: 'Tornerò contro di voi'. Gli ho chiesto come stesse, ha detto che ha un po’ di fastidio. Quando mi ha detto che con noi sarebbe tornato, gli ho risposto: 'Per forza?!' (ride, ndr). È un’emozione giocare contro di lui. Sia io che lui siamo riusciti a portare a casa 3 punti, un giocatore come Lorenzo sa come far passare questo brutto periodo".

BOLOGNA - "Domenica ce la giocheremo a viso aperto, siamo convinti della nostra capacità. Vincere aiuta a vincere, dobbiamo stare sereni e fare ciò che sappiamo fare".

CALDIROLA - "Sono due anni che giochiamo insieme, è un difensore straordinario, ha dimostrato anche di avere il fiuto del gol. Chi corre di più? Letizia è un bel treno (ride, ndr). Nello spogliatoio con Improta, Maggio e Schiattarella si parla in napoletano".