Commenta per primo

Chiuso il mercato, Adriano Galliani è sicuramente contento di come sia andata. Ma, ai microfoni di Sky Sport 24, svela un retroscena curioso su Robinho: "Stavamo meditando, è stato un grande regalo del presidente Berlusconi ai tifosi - dice - quando l'ho chiamato, mi ha detto di andare avanti con Robinho anche se non avessimo ceduto Borriello. Era tanti anni che non lo vedevo così appassionato".

Galliani prosegue: "Ibrahimovic aveva già ieri la maglia numero 11 lasciata libera da Huntelaar; penso che Robinho avrà la 70. Quanto è costato Robinho? 18 milioni più bonus. E' un giocatore giovane, importante, ha 26 anni. E dunque è un investimento anche importante. Parliamo comunque di un giocatore costato 42 milioni due anni fa dal City. Allegri insisteva per avere un attaccante esterno da far giocare assieme a Ronaldinho e Pato; ed è stato accontentato. Cosa mi diceva Ibra a San Siro? Di prendere Robinho".

Ai microfoni di Milan Channel, invece, ha detto: 'Siamo tutti felici; ancora una volta ringraziamo il presidente Berlusconi che ha fatto un grande sforzo economico. Sono arrivati Ibra e Robinho, una cosa straordinaria. E' una grande campagna di rafforzamento e i tifosi lo stanno capendo'. E Robinho, dicendosi molto felice di essere al Milan, dichiara di voler entrare nella storia del club.

Molto soddisfatto anche l'agente Mino Raiola, vero regista delle ultime operazioni di mercato rossonere: "Non posso rivelare i dettagli dell'accordo, non sarebbe corretto, comunque è contata molto la volontà del Milan di costruire un attacco stellare. E la verità è che il Milan è l'unica squadra che quest'anno ha portato dei campioni nel campionato italiano".