Dopo che la sua squadra è andata per la seconda volta in ritiro dall’inizio del campionato (la prima fu a seguito del ko contro il Bologna) e visto il periodo, il rischio che Di Francesco salti prima di Natale, sostengono gli analisti Sisal Matchpoint, è concreto: la società ha dato fiducia al tecnico, ma molto dipenderà da come andranno le prossime tre partite, prima del 25 dicembre: la sfida Champions di mercoledì con il Viktoria Plzen, e poi i match di campionato con Genoa e Juventus.
Nella lista elaborata dagli analisti sui prossimi allenatori esonerati, Di Francesco, riporta Agipronews, è il secondo nome, dato a 2,25 per l’addio. Solo Filippo Inzaghi, in piena zona retrocessione con il Bologna, ha una quota più bassa, 1,50. La quota di Di Francesco, addirittura, è più bassa rispetto a quella di Moreno Longo, tecnico del Frosinone penultimo in classifica.
In seconda battuta e come diretta conseguenza della prima scommessa arriva anche la quota su Conte alla Roma da qui alla fine del campionato: ipotesi ritenuta possibile, a 3,50, quota non molto distante, ad esempio, dalla possibilità che Leo Messi, attualmente primo nella classifica dei bomber, si laurei capocannoniere in Champions League, idea da 2,50.