Dopo la vittoria per 3-2 sull'Inter, nel ritorno delle semifinali di Coppa Italia, ai microfoni di Rai Sport parla Aurelio Andreazzoli, tecnico della Roma
 
"Questa squadra aveva già un gioco, con il mio arrivo abbiamo operato su alcuni elementi che andavano migliorati - spiega il tecnico dei giallorossi -. Abbiamo restituito entusiasmo e senso di appartenenza a questi colori al gruppo. Ora siamo una squadra compatta, capace di trovare motivazioni anche nei momenti difficili. Siamo contenti di quello che stiamo facendo, anche se non siamo ancora nel nostro momento migliore dal punto di vista fisico. Il brutto primo tempo? Sembravamo una squadra priva di idee e di energie, ma non riesco a spiegarmi il perché ciò sia accaduto. Forse c'è stato un approccio sbagliato alla gara. Anche a Torino abbiamo avuto bisogno di prendere uno schiaffo per reagire. E' strano".
 
"Stiamo cambiando spesso modulo, anche per delle esigenze che si presentano settimana dopo settimana - prosegue Andreazzoli -. Personalmente mi piacerebbe avere un modulo più definito, anche se si possono sempre apportare della variazioni".
 
Sulla finale con la Lazio: "Alla finale con la Lazio dobbiamo arrivare nelle condizioni migliori dal punto di vista fisico e mentale, ciò può accadere solo facendo bene nelle gare che ci sono da giocare in campionato. Inoltre abbiamo l'obbligo di provare a migliorare ulteriormente la nostra classifica. Sicuramente questa finale era uno degli obiettivi che mi sono preposto quando sono arrivato su questa panchina, il fatto che la disputeremo contro la Lazio può rappresentare un valore aggiunto. Faremo però un grande errore se adesso ci facessimo distrarre e iniziassimo a pensare solo a questa gara".