William Bianda, nuovo difensore della Roma, si è concesso in una lunga intervista a Roma Tv. "Un'emozione essere qui, in una grande squadra, fare i nuovi allenamenti ma mi sto adattando".

SUI MONDIALI - "Meriterebbe di vincere la Francia per quello che ha fatto. Vedrò la finale con Coric? Abbiamo stretto una bella amicizia ma sarà guerra tra noi per 90 minuti. Futuro in nazionale? Il mio obiettivo è di arrivare in Nazionale. Al momento ci sono tanti bravi giocatori ma la Roma potrà aiutarmi a raggiungere questi obiettivi e poi dipenderà da me. Il paragone con Varane? Se ne parla spesso perché veniamo dallo stesso club. Lui è rapido, potente, ha un'ottima uscita palla al piede. Magari ho alcune di queste qualità ma devo migliorare tanto".

SULLA ROMA - "Dopo gli allenamenti mi fermo a parlare con Jesus, Manolas e Marcano. Mi trovo bene a parlare con loro. Perchè ho scelto la Roma?
Perché mi è sembrato il progetto sportivo migliore per me, mi è piaciuto fin da subito e poi per i difensori il campionato italiano è il massimo
. Il primo contatto? A Gennaio. Chi mi ha colpito di più? Ce ne sono tanti. Dico Coric tra i nuovi. Come è marcare Dzeko?Molto stimolante, lui è solido fisicamente ma si sposta bene, difende la palla, ti aiuta a crescere. Il tifo? Me ne avevano parlato, qui è molto caldo".

CARATTERISTICHE - "Rimango concentrato sulla partita, di giocare bene, di avere una buona uscita di palla, di far partire bene l'azione ed essere solido e vincere più duelli possibili".