19
Riccardo Calafiori, terzino della Roma, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine della gara vinta 2-1 contro l'Ajax: "Non era facile entrare a partita in corso ma i compagni mi hanno aiutato. Inizialmente è stato difficile, poi nella ripresa è andata meglio. Il rigore sbagliato da loro ci ha dato una marcia in più, anche negli spogliatoi si vedeva che volevamo vincere a tutti i costi".

Un bilancio sulla tua stagione?
"Il mio obiettivo è quello di stare bene ed essere a disposizione del mister visto che sono stato fuori per tre mesi a causa di un infortunio. Cercherò di dare il massimo per la squadra, come ho sempre fatto".

Oggi avete dato una risposta molto forte a chi criticava l'ambiente
"Si è vista la compattezza di questa squadra e la voglia che abbiamo di arrivare in fondo a questa competizione".

Nel finale un raccattapalle ti ha tirato un pallone addosso: che è successo?
"C'è poco da dire, non me lo aspettavo. In quel momento ho pensato a tante cose ma poi per fortuna ho mantenuto la calma, probabilmente se fossi stato in lui avrei provato fastidio anche io per la perdita di tempo di un giocatore della squadra avversaria"

La Coppa vi manda qualche segnale?
"Sta mandando segnali importanti. I giovani della mia età sono titolari fissi negli altri campionati, il talento ce lo abbiamo dunque dovrebbero farci giocare: gli olandesi giocano già in nazionale maggiore".