Commenta per primo

Il 12 luglio Alessio Cerci si radunerà insieme ai propri compagni a Trigoria, per poi partire tre giorni dopo in ritiro a Riscone di Brunico. Tuttavia si preannuncia l'ennesima estate calda per l'Henry di Valmontone, che ha deciso, di fatto, di andare al braccio di ferro con la società per la questione legata al suo contratto.

I fatti. Cerci vorrebbe più spazio tra le file della Roma. Dimostrare il proprio valore in quest'anno di contratto, per ottenere di conseguenza un ingaggio più alto con l'eventuale nuova stipula. La dirigenza, al contrario, è ferma riguardo le intenzioni di prolungargli il contratto alle attuali cifre per poi mandarlo in prestito o in comproprietà.
 
Vie d'uscita? Una ci sarebbe: la cessione definitiva. Il valore del cartellino è di 4,5 milioni di euro. Al momento, però, nessuna società è disposta ad accapararsi a queste cifre l'ex esterno destro del Pisa. Su Cerci, finora, sono stati effettuati sondaggi da Bari, Fiorentina, Manchester City e Lecce.