Commenta per primo
E' caccia grossa a Daniele De Rossi. In attesa della maxi-offerta del Real Madrid, che aspetta di pianificare il mercato insieme a Mourinho, è giunta ieri la proposta inglese del Manchester United. I Reds sono disposti a spendere 44 milioni di euro per arrivare all'uomo considerato da Ferguson 'uno dei centrocampista più forti d’Europa'. Il manager scozzese ha bisogno di un big a centrocampo visto che Hargreaves soffre di continui infortuni, Scholes è a fine carriera e Carrick è in partenza. La cifra offerta dal Manchester risolverebbe i problemi della Roma sul mercato. La società giallorossa deve infatti allestire una squadra da Champions potendo disporre di un tesoretto di circa 15 milioni. Sia la Sensi che Montali hanno ribadito l’incedibilità di De Rossi anche con toni aspri. 'Mi offendono le domande su una possibile cessione di Daniele', ha dichiarato il presidente giallorosso. L'intenzione della società è quindi quella di trattenere il gioiello di casa, che dal ritiro azzurro al Sestriere fa sapere di 'voler restare a vita'. Il 4 giugno, però, è fissata la prima udienza che dà il via alla procedura dell'arbitrato tra Italpetroli e Unicredit. In ballo c'è un debito di 325 milioni. La Sensi vorrebbe limarne almeno 80 derivanti dagli interessi. In caso di esito negativo la situazione potrebbe richiedere un sacrificio. De Rossi appunto. Intanto in mattinata Pradè sbarcherà a Rio per concludere l'operazione Adriano, poi si dedicherà alla ricerca di un terzino. Caceres è il nome più gettonato. In caso di mancato riscatto da parte della Juventus, l'uruguaiano del Barça potrebbe essere preso in prestito. Infine, oggi alle 15 i tifosi saluteranno la squadra a Trigoria e manifesteranno contro la tessera del tifoso (attese 10mila persone). Domani sera a L'Aquila si giocherà invece un'amichevole di beneficenza. Poi il rompete le righe. (Leggo - Edizione Roma)