Commenta per primo
Daniele De Rossi, a Milano per un'iniziativa del suo sponsor tecnico, ha parlato dello striscione anti-Totti che campeggiava ieri sul pullman festante dei giocatori dell'Inter nel corso della festa scudetto di ieri sera: "Queste cose non le capisco. E' tanto bello vincere lo scudetto e festeggiare con i propri tifosi. Loro hanno ancora da pensare alla finale di Champions ma evidentemente a qualcuno gli è rimasto solo quello da fare. Ognuno ha il suo stile, magari l'ha fatto per compiacere i propri tifosi". "Io vivo in una città dove lo sfottò è cosa di ogni giorno, ma tra giocatori si può evitare. Non l'ho capita, l'ho vista come una arruffianata nei confronti dei propri tifosi. Nessuno deve scusarsi, non è morto nessuno", aggiunge il centrocampista giallorosso.