8
Edin Dzeko torna a segnare, e lo fa con una tripletta da Champions che fa il giro d’Europa. Così torna in auge la questione legata al suo rinnovo rimasta in freezer in questo primo mese di crisi per la Roma e per lo stesso bosniaco che aveva accumulato un digiuno dal gol di 46 giorni.


SCADENZA E SPALMATURA  -  L’attuale contratto scadrà nel 2020 e quindi tra due estati, quando Edin sarà vicino ai 34 anni. Un’età che sconsiglia la Roma nel riproporre una trattativa a cifre elevate. Il club giallorosso per ora non ha ancora pensato di presentare un’offerta, così l’idea è venuta proprio all’entourage di Dzeko che vorrebbe spalmare l’attuale ingaggio da 4,5 milioni. La formula? Quattro milioni a stagione fino al 2021. Poi l’attaccante potrebbe pensare a un ruolo di dirigente proprio a Trigoria vista la laurea presa in management dello sport. Una proposta che Monchi sta valutando e che sarà presa in seria considerazione entro la fine del 2018.

FUTURO - Ancora oggi Dzeko è il giocatore più importante e il punto di riferimento in un attacco in cui si alternano diversi personaggi. Tuttavia la sua presenza ostacola l’inserimento di Schick, che a gennaio potrebbe finire in prestito. Edin, invece, di andare via non ci pensa proprio tanto che a gennaio (su spinta della moglie) ha rifiutato il Chelsea. Il bosniaco nella capitale si trova benissimo e qui vorrebbe far crescere i figli. Al momento il futuro prossimo si chiama Empoli, e un gol che lo porterebbe al nono posto della classifica dei bomber di tutti in tempi in maglia giallorossa.