73
La stessa storia, un anno dopo. Sono passati dodici mesi ma il problema non è stato risolto, la Roma è ancora a caccia di un portiere, sicuro e affidabile. Doveva essere Pau Lopez, un'estate fa pagato 23,5 milioni di euro dal Betis Siviglia, la scelta è stata sbagliata. Lo spagnolo non è stato all'altezza, motivo per il quale potrebbe già fare la valigia. Questa è l'idea della Roma, che l'ha messo sul mercato e cerca un club che possa spendere almeno 19 milioni di euro, la cifra necessaria per non centrare una minusvalenza.

CASTING - Non è un problema da poco, per questo non va esclusa una cessione in prestito o l'inserimento del suo cartellino in una trattativa per arrivare a un altro rinforzo. Di certo c'è la volontà di cambiare, la ricerca di un nuovo profilo ne è la conferma. La Roma in questo momento valuta cinque numeri uno, che hanno età e costi diversi. Si va da Salvatore Sirigu del Torino a Mattia Perin della Juventus (l'anno scorso al Genoa), passando da Alex Meret del Napoli, Pierluigi Gollini dell'Atalanta (attualmente ai box per la ​lesione subtotale del crociato posteriore) e Alessio Cragno del Cagliari. 

CESSIONI - Oltre a Pau Lopez la Roma vuole piazzare anche Robin Olsen, rientrato dal prestito al Cagliari, e ​Daniel Fuzato, fresco di rinnovo fino al 2023. Per lo svedese si valutano offerte per una cessione a titolo definitivo, in Italia o all'estero, il brasiliano andrà via in prestito.