42
Daniele De Rossi ovviamente, ma non solo. La partita col Parma di domenica, in cui la Roma si gioca residue speranze di Champions, sarà la passerella per tanti protagonisti tra giocatori, tecnici e dirigenti. Ecco chi è all'ultimo giro di campo. 

DE ROSSI -  L'addio più straziante è sicuramente quello del capitano, al quale la Roma ha deciso di non rinnovare il contratto alimentando la rabbia della tifoseria che si è scatenata in contestazioni e proteste globali. Domenica la Curva Sud dedicherà una coreografia a Daniele, ma pure tanti cori di insulto a Pallotta e Baldini. Niente discorso a fine partita, ma un giro di campo con i video della carriera di De Rossi e il saluto commosso alla sua gente. Il futuro dice Los Angeles o Boca Juniors al momento, ma non sono esclusi rilanci di club italiani come Sampdoria o Inter. 

I SENATORI - Altri due big si apprestano a lasciare la Roma dopo rispettivamente 5 e 4 anni di militanza. Il primo è Kostas Manolas, il difensore greco ha una clausola rescissoria da 36 milioni e probabilmente la eserciterà. Da decidere solo la destinazione tra Arsenal, Manchester United e forse Juve. Ancora più probabile la partenza di Edin Dzeko. Il bosniaco ha il contratto in scadenza nel 2020 e la Roma non intende rinnovarlo. Per non andare in scadenza quindi sarà ceduto. L'Inter è in prima fila soprattutto se dovesse essere ufficializzato Conte, poi West Ham e PSG.  Situazione simile per El Shaarawy, pure lui a rischio rinnovo e con la Juve in pressing. Ma altri potrebbero salutare: da Kolarov a Olsen passando per Zaniolo. 

RANIERI - Poco più di tre mesi e un miracolo Champions ormai appeso al filo. Il tecnico romano ha accettato di traghettare la sua squadra del cuore sperando in una riconferma che non è arrivata. Spazio quindi a Gasperini (probabilmente) mentre Sir Claudio potrebbe approdare di nuovo nel Regno Unito, sponda Celtic in Scozia. Nel frattempo ha avvisato i tifosi: "Volate bassi, difficilmente la Roma potrà lottare per il quarto posto il prossimo anno". 

MASSARA - Il ds silenzioso ha percorso lo stesso tragitto di Ranieri. Nomina nel post Monchi e un addio annunciato. Al suo posto arriverà Petrachi mentre Massara ha la possibilità di seguire Sabatini al Bologna dopo avergli fatto da vice a Roma e Inter. Offerte però pure da Brescia e Fiorentina. Ricky è l'ennesimo dirigente silurato da Pallotta. Tra gli altri si ricordano: Gandini, Winterling, Fenucci, Monchi, Sabatini e Zanzi.