Commenta per primo
Claudio sceglie Adriano. Non si tratta di una successione fra imperatori, ma della scelta quasi obbligata di Ranieri per il post-Toni. Il tecnico giallorosso, viste la ristrettezze delle casse di Trigoria, ha individuato nel brasiliano il primo rinforzo per l'attacco del prossimo anno. La Roma avrà a disposizione circa 20 milioni (a meno di cessioni eclatanti) e non può permettersi di spenderne la metà per un solo giocatore. Esclusi quindi Pazzini e Matri (i primi della lista) si scende verso il nome di Adriano, già cercato a gennaio da Pradè prima dell'affare Toni. Il brasiliano, 28 anni, si sta liberando a parametro zero dal Flamengo (con il quale ha vinto campionato e titolo di capocannoniere) e da tempo lancia messaggi d'amore alla Roma. Il manager di Adriano, Gilmar Rinaldi, sarà a Roma entro sabato per definire gli ultimi dettagli del contratto di Simplicio (ormai da considerare un giocatore della Roma) e per sistemare l'ex-interista alla corte di Ranieri. Il contratto che la Roma offrirà ad Adriano si aggira intorno ai 2 milioni e includerà una clausola relativa ad eventuali errori comportamentali del brasiliano, che negli ultimi mesi passati in Italia ha fatto discutere più per le sbronze e per le assenze dagli allenamenti che per i gol. L'Imperatore potrebbe ritrovarsi come compagno di reparto anche il senese Maccarone, che ieri ha espresso voglia di Roma: 'Non potrei mai dire di no a una piazza stupenda come quella di Roma'. Ranieri, oltre a un vice-Totti, vorrebbe anche un giocatore in grado di far respirare Vucinic, e la scelta di Maccarone sembra la più semplice. Big Mac accetterebbe senza problemi la panchina e gli ottimi rapporti con Mezzaroma agevolerebber la trattativa per il cartellino del 31enne che si aggira intorno ai 2 milioni. Maccarone andrebbe di fatto a prendere il posto di Baptista (offerto all'Inter nell’affare Burdisso). Sempre col Siena si sta parlando anche di Curci e Rosi. Il portiere dovrebbe essere riscattato dalla Roma che lo girerà al Chievo per Sorrentino, mentre Rosi rimarrà ancora un anno in Toscana. (Leggo - Edizione Romana)