45
Non c'è Gervinho tra i testimonial che si sono prestati per la presentazione della divisa da trasferta ufficiale della Roma per la stagione 2015/2016. Tra Totti, De Rossi, Florenzi e Nainggolan non trova spazio l'attaccante ivoriano, che non rientra nei piani futuri del club e che, fino a qualche ora fa, appariva ad un passo dal trasferirsi in Qatar all'Al Jazira. Nelle casse della Roma sarebbero entrati circa 13 milioni di euro, vitali insieme a quelli che il ds Sabatini si aspetta di incassare per Destro per mettere le mani su un bomber di caratura internazionale, mentre a Gervinho sarebbe andato un ingaggio pluriennale da 5 milioni netti a stagione. Non abbastanza per convincerlo a dire sì e, di fronte a richieste ritenute "oscene" dal club qatariota, la trattativa è saltata definitivamente.

UN PROBLEMA PER GARCIA - Il giocatore avrebbe preteso alcuni benefit per sè e la famiglia, come un elicottero a disposizione per i suoi spostamenti, una spiaggia privata, una casa che potesse ospitare i suoi numerosi familiari e un certo numero di biglietti d'aereo per poter tornare all'occorrenza in Costa d'Avorio. Troppo anche per una società che ha alle spalle la famiglia reale dell'Emirato che pdetiene anche le quote del Manchester City e che aveva liberato apposta per Gervinho una delle caselle a disposizione per i calciatori stranieri. A pochi giorni dall'inizio del ritiro di Pinzolo, è difficile immaginare che il ragazzo si renda disponibile e non è nemmeno da escludere che possa saltare la tournèe in Australia, in attesa di parlare con la società e con l'allenatore Rudi Garcia per chiarire la propria situazione.