60
Una Spina nel fianco. L’infortunio di Spinazzola in azzurro ha complicato i piani di mercato della Roma di Mourinho che ha perso uno dei pochi elementi inamovibili della rosa. Il terzino sinistro starà fermo almeno 5 mesi a causa della rottura del tendine d’Achille e di conseguenza costringe Tiago Pinto a cercare un nuovo terzino sinistro. Il solo Calafiori di certo non può bastare per sostituire uno dei migliori interpreti del ruolo in Europa. Caccia quindi a un giocatore esperto, con alcuni nomi già sul taccuino giallorosso. 

FASCIA IN BLUES - Dal Chelsea sono in uscita ben due terzini sinistri. Il primo è una vecchia conoscenza della Roma e guarda caso è il sostituto in Nazionale di Spinazzola. Stiamo parlando di Emerson Palmieri: ceduto agli inglesi per 20 milioni più 9 di bonus a gennaio 2018, ora i Blues ne chiedono 15 per liberarlo a un solo anno dalla scadenza del contratto ma c’è da superare la concorrenza del Napoli di Spalletti, il tecnico che lo ha fatto esplodere in serie A.  Ma il Chelsea si priverebbe più volentieri dell’ex viola Marcos Alonso, che ha un ingaggio più alto di Emerson ma che costerebbe meno di cartellino (circa 12 milioni). Il 30enne viene da una stagione con molte ombre ma ha già giocato nel nostro campionato ed è stato comunque uno dei migliori nel suo ruolo fino a un paio di anni fa. Mourinho potrebbe rilanciarlo in attesa del ritorno di Spinazzola.
ALTRE PISTE - Stipendi più bassi ma pure maggiori rischi per le altre candidature che Pinto sta studiando in queste ore.  Piace e non poco ad esempio Federico Dimarco. La richiesta dell'Inter, che vorrebbero trattenere il giocatore rientrato dal prestito all'Hellas Verona, è stata di 10 milioni. Primi sondaggi, ora sarà da valutare se la Roma sceglierà di approfondire ulteriormente. Stesso discorso per Biraghi della Fiorentina mentre è stata bocciata la candidatura dello svincolato van Aanholt.