Commenta per primo

Quella di lunedì è stata una giornata decisiva per il passaggio (ancora eventuale) del terzino destro dell'Udinese Mauricio Isla alla Roma. Il Cile infatti è stato eliminato dal Mondiale, sconfitto dal Brasile per 3-0, e per Mauricio ora iniziano le vacanze. Libero di pensare al proprio futuro. Per il momento scruta l'orizzonte con gli occhi sgranati. E' il tramonto, le tinte giallorosse a fare da sfondo. Richiamo dolce. 'Un onore per me essere accostato ai giallorossi', il rossore misto a felicità. Il suo agente, Leo Rodriguez, invece respira l'affare: 'Piace a Ranieri. Con Pizarro ha un ottimo rapporto, ma l'eventuale operazione non passa per l'amicizia che c'è tra i due. Ho parlato con il presidente Pozzo, siamo rimasti d'accordo di rimandare ogni discorso a Mondiale concluso'. Ke nako. E' l'ora.

Pradè avrebbe già lanciato la sua prima offerta: 6 milioni di euro
. Il direttore sportivo Larini lo considera incedibile. Pozzo vorrebbe qualcosa di più. Il presidente friulano nei giorni scorsi si è detto furioso per il comportamento del calciatore e del suo agente, rei di voler semplicemente un 'ritocchino' d'ingaggio. Non è così. E lo si è capito lo scorso 15 maggio, ultima giornata di campionato: Isla espulso in Lazio-Udinese esce dal campo mostrando al pubblico biancoceleste il famoso pollice verso, gesto da romanista. Segno che i primi abbocchi tra Isla e la Roma risalgono a prima della fine del campionato. Progetti estivi, un pamphlet per le vacanze. Poi un corteggiamento lungo quasi due mesi all'insegna del 'Vorrei ma non posso' giallorosso e del 'Verrei se pagate la mia società' del cileno. La situazione ora sembra sbloccarsi. La trattativa però è lungi dal poter essere considerata semplice.

Pradè ricorderà a Pozzo la vicenda Marco Motta, ripreso dai friulani con tanto di sconto del 60%. Un anticipo dei saldi (che inizieranno a Roma dal 3 luglio). Tradotto in cifre: Pozzo ha acquistato la seconda metà di Motta con uno sconto di due milioni e ne potrà ricavare sei-sette dalla sua cessione. Eccolo l’affare per l'Udinese, che al momento preferisce l'atteggiamento smorfiosetto per tirare un po' il prezzo. Anche perché da quelle parti immaginano l'importanza di Isla negli schemi di Ranieri. Ottimo nel 4-4-2. Capacità di corsa invidiabile, resistenza fisica, sovrapposizioni con l'esterno di centrocampo. Cross. Adriano. Gol. Immagini sfumate di un sogno ancora lontano dal realizzarsi, ma non impossibile. Una cartolina estiva. Sensazioni esotiche. L'Isla bonita giallorossa. Prima di tornare in campo.