130
 La Roma cambia proprietario, ora si può dire davvero. James Pallotta ha firmato i documenti per il passaggio di proprietà e Dan Friedkin e si appresta a diventare il nuovo presidente del club giallorosso. Si chiude così nella notte italiana (negli Usa era pomeriggio) la trattativa con cui Friedkin preleva la società per 490 milioni più altri 90 circa di ricapitalizzazione. Dopo nove anni la Roma cambia di nuovo guida ma resta americana: andrà nelle mani del magnate texano, ma ad occuparsi in prima persona della Roma sarà anche il figlio Ryan, più entusiasta che mai della nuova avventura.

DETTAGLI - Friedkin ha costituito una Newco a Londra proprio per il passaggio di proprietà. La firma conclude una lunga telenovela iniziata a inizio anno e sospesa per tutto il tempo del lockdown. Decisivo per il buon esito della trattativa l’incontro negli ultimi giorni tra Pallotta e Friedkin. Stamattina la rinuncia dell’altro gruppo in corsa, quello di Al Baker del Kuwait, ha spianato la strada all’uomo della Toyota, che pochi minuti fa è diventato ufficialmente il nuovo numero uno della Roma. Le cifre sono pari a 490-495 milioni più ulteriori 85 per l'aumento di capitale. Il closing sarà formalizzato entro la fine del mese, forse molto rapidamente. Una settimana dopo Pallotta riceverà i circa 200 milioni della sua quota. Poi Friedkin verserà un sostanzioso aumento di capitale, che entro il 31 dicembre arriverà a 85/90 milioni.