Commenta per primo
La trattativa per il passaggio di proprietà della Roma dalle mani di James Pallotta a quelle di Dan Friedkin ha subito un brusco stop a causa dell’emergenza Coronavirus. Secondo quanto riporta AdnKronos, le incertezze che il virus ha portato nel mondo del calcio avrebbe fatto fare un passo indietro al tycoon californiano.

Friedkin vorrebbe comprendere meglio le prospettive e la condizione dei conti. Per questo avrebbe proposto di acquistare inizialmente solo il 51% della società giallorossa, per poi valutare l’acquisto delle restanti quote del club a crisi superata, ma Pallotta ha risposto con un secco rifiuto ritenendo non vantaggiosa l’offerta. La strada più probabile che adesso verrà percorsa sarà quella della rivalutazione. L’affare verrà rivisto sotto il valore economico, soprattutto dopo che l’attuale proprietario avrà concluso l’aumento di capitale.