Commenta per primo
Il tecnico della Roma Rudi Garcia oggi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Coppa Italia contro il Napoli. 'Quando due squadre sono a 90 minuti dalla finale di un torneo è importante per tutti e due - ha affermato l'allenatore giallorosso -. Come al solito domani giocheremo per vincere. Si affronteranno due squadre di alto livello, come dimostrano le due precedenti sfide. Sappiamo quanto è forte il Napoli, è una squadra che può segnare ma può anche prendere gol, lo abbiamo visto nelle due partite precedenti: glie ne abbiamo fatti cinque. Possono segnare un gol in un istante, come ha detto Reina, ma anche noi: entrambe le squadre hanno attaccanti di grande livello. Per loro sarà la quarta gara, per noi la terza, e vedremo sul piano fisico chi starà meglio. Se una squadra sta meno bene sul piano fisico deve giocare in modo intelligente, tenere il possesso palla, ed è un discorso che vale per entrambe. Lasciare il possesso palla agli azzurri come all'andata? Può dipendere dalla strategia ma anche dal cronometro: se una squadra fa un gol velocemente dopo può fare in modo di aspettare l'avversario e colpire in contropiede, specie se si hanno attaccanti veloci. Può essere una strategia vincente. Totti? Ha giocato solo un'ora prima di domenica e questa sarà la seconda partita per lui, non la terza, dunque può partire dall'inizio. Lui e Destro insieme? Lo abbiamo già fatto durante una gara e una volta all'inizio: è possibile, dipende dal momento, dalla gara, dall'avversario... Maicon? Ha lavorato in palestra ed è convocato, tutto è risolto, non ci saranno problemi. Chi nel ruolo di terzino sinistro? Abbiamo preso Bastos anche per farlo giocare lì, poi c'è Torosidis che interpreta benissimo quella posizione e Romagnoli che può dare una mano. Gervinho? Sta veramente bene sul piano fisico, il suo profilo è unico ma ci sarà tempo per gestirlo. Ora lo vedo bene, corre a fine partita come all'inizio'.
Inevitabile da parte di Garcia anche un accenno alla gara contro la Lazio. 'Domenica non ha vinto nessuno, ma penso che sia bene per una squadra se ogni partita fa gioco e tira tante volte in porta, fa molti cross e ottiene molti corner, perché per attaccare bisogna avere la palla - le sue parole -. Il calcio è unico perché in altri sport quando una squadra domina vince; nel calcio invece una squadra può difendersi per tutto il tempo e magari vincere segnando in contropiede. Dopo il derby comunque ho trovato una squadra già concentrata sulla semifinale di Napoli. Oggi sono rimasto stupito, perché ogni giocatore fisicamente stava bene: è un bel segnale'.