'Se si fa male Dodò, non ho un sostituto'. L'allarme è lanciato dall'allenatore della Roma Rudi Garcia in conferenza stampa a Trigoria. Il continuo slittamento del rientro di Federico Balzaretti gli procura ansia e il messaggio mandato al d.s. Sabatini è piuttosto chiaro. Il numero 42 giallorosso ha disputato la sua ultima partita lo scorso 10 novembre contro il Sassuolo. Successivamente quella che sembrava essere una semplice infiammazione all'adduttore è diventata pubalgia ed ora è difficile pronosticare una data per la sua guarigione. Infatti le previsioni ottimistiche di dicembre che lo vedevano pronto per giocare dopo la sosta natalizia sono state smentite dai fatti. 'Un giorno sta bene, l'altro male...' ha sintetizzato Garcia.

Lo staff medico consiglia cautela e Balzaretti in questi giorni sta lavorando soltanto parzialmente in gruppo. L'obiettivo è quello di farlo tornare arruolabile per la partita del 18 gennaio contro il Livorno o al più tardi per quella del 26 a Verona. Se venisse rispettata questa tabella di recupero, un acquisto rappresenterebbe oggettivamente un lusso eccessivo. Ma se nella peggiore delle ipotesi il rientro slittasse ancora, allora la dirigenza dovrà muoversi. Purtroppo le piste battute lo scorso autunno, oggi appaiono impraticabili.

Dalla Francia allontanano sia Corchia sia Ghoulam; e in Italia, l'Inter ha in pugno D'Ambrosio.

Allora al d.s. Sabatini potrebbe tornare in mente l'idea Patrice Evra, classe '81, in scadenza di contratto con il Manchester United. Qualche voce a tal proposito era circolata anche la scorsa estate. Non ci sono trattative in corso, ma l'asso dei Red Devils è certamente seguito dalle parti di Trigoria. La concorrenza, ovviamente, è agguerrita con il Monaco di Ranieri in pole. Ma ultimamente alla Roma le aste riescono bene...