49
Marco Giallini, attore italiano, tifoso della Roma, parla del club giallorosso ai microfoni di Centro Suono Sport: "Ho scritto recentemente un post di saluto dedicato a Daniele De Rossi, che conosco, perché mi è dispiaciuto molto per il suo addio. Così come per quello che è successo per Totti. A caldo ho pensato di dire basta, perché quello che sta succedendo nella Roma è incredibile. Però poi la Roma è una passione che non si può spegnere. Certo è che con questa politica non si vincerà mai nulla. Pallotta ? Ma dove sta? Ma chi è, ma chi lo conosce? E’ un presidente che non conosce Roma, non ha intenzione di vivere qui, di conoscere questa realtà. Cosa c’è rimasto? Quando non vedi più qualcuno come Daniele che quando segna esulta come un tifoso, viene meno la passione, l’ardore, il cuore del tifoso. Hanno veramente rotto li coj... Possibile che non ci sia nessuno nel mondo che compri la Roma per renderla finalmente grande? Zaniolo e Florenzi? Ci sono calciatori come Zapata, che hanno fatto dei grandi exploit, che magari in precedenza hanno disputato stagioni sotto tono. Per me Zaniolo è un fenomeno, nel calcio di oggi devi saper prendere le botte, darne e soprattutto poi fare giocate di qualità e questo ragazzo giovanissimo lo ha dimostrato subito. Ha un fisico straordinario, troverà la continuità, chiaramente non gli fa bene che venga paragonato a gente come Totti, che era di un altro livello. Leggo e sento di ipotesi di trattative inverosimile: Florenzi e Dzeko per Icardi. Boh, penso che stiamo veramente andando verso il precipizio. Per sostituire vorrei Lewandowski, non Icardi, che è bravo, ma non vale Dzeko. Che Roma sarà per la prossima stagione? Difficile dirlo, in questi anni sono stati ceduti calciatori importanti, dopo gli ultimi tristi avvenimenti, possiamo aspettarci di tutto"